DAL CONVEGNO NEW EXPERIENCE IN SALA

DAL CONVEGNO NEW EXPERIENCE IN SALA

Il convegno di apertura delle Giornate Professionali, “New experience in sala” organizzato da Box Office con ANEC, è stato l’occasione di analizzare come, “approfittando” della pandemia, molti esercenti abbiano rinnovato le strutture e adottato più decise politiche per rapportarsi al pubblico.
Giuliana Fantoni, che gestisce i 3 schermi d’essai dell’Edera di Treviso, ha sottolineato il solido rapporto con il pubblico costruito negli anni, un’accoglienza da salotto buono come garanzia di qualità, con un’offerta coerente e un bar ben fornito. “Dopo la pandemia il pubblico spende meno ma meglio all’insegna dell’autenticità dell’esperienza, con tanti nuovi spettatori giovani in sala e la grande resa degli incontri con gli autori”.
Andrea Stratta, alla guida di Notorious Cinemas nata nel 2019 in un mercato già maturo, ha raccontato i risultati raggiunti a Sesto S. Giovanni (a meno di 1 km da Bicocca) e di recente a Cascina Merlata grazie agli investimenti nel comfort, con le poltrone reclinabili. “Se l’elevato livello tecnologico e del bar oggi è oggi diffuso, con le sedute abbiamo fatto la differenza oltre agli spazi per bambini, a un presidio continuo e tanti servizi”. Altro elemento fondamentale, la comunicazione.
Alessandro Rossi di Movie Planet, 9 cinema in fase di ristrutturazione e socio di First Class Entertainment, è partito dai concetti “Se non ora, quando?” per le numerose opportunità derivanti dalle linee di finanziamento esistenti, e le anime diverse all’interno del circuito (dall’Italia di Vercelli, sala storica incentrata sulla qualità della programmazione, ai multiplex commerciali). “Elemento comune l’investimento green per abbattere i costi gestionali; le opportunità sono tante a seconda dei casi, e sono molto utili esperienze come gli AnecLAB che mettono a confronto esperienze diverse per una crescita collettiva. Quanto alle sale luxury, il Lux di Torino è il primo che aprirà, nel 2024”.
Simone Gialdini, DG ANEC ed esercente di Lucca, ha sottolineato la rilevanza della sostenibilità, grazie alle opportunità del bando PNRR anche in termini di consapevolezza. “Ci vuole un mix di contenitore e contenuto. Nel 2024 saranno stanziati tra 70 e 75 M€ per l’esercizio. Altro elemento essenziale, le nuove figure professionali in ogni tipologia di esercizio, così da incrementare il pubblico con una diversificazione dell’offerta. E non va sottovalutata la portata delle versioni originali, che il pubblico giovane richiede”.


Condividi questo contenuto

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.